Pasquale Tridico, il tecnico che ha ideato il reddito di cittadinanza, ha spiegato in cosa consiste e ne ha sostenuto le ragioni in un lungo articolo pubblicato oggi dal Corriere della Sera.

Articolo che è da leggere, credo, che si condivida o meno la misura, e che per lo meno ha il merito di rompere l’ultimo velo di ambiguità intorno alla misura: il reddito di cittadinanza non è un reddito di cittadinanza.

Dopo pochissime righe, infatti, Tridico chiarisce che il rdc è da intendersi “come misura di reddito minimo” e poi, cosa curiosa, praticamente smette di usare l’espressione “reddito di cittadinanza” nelle parti più descrittive dell’articolo, dove si parla di “reddito minimo”. Che è una definizione molto più onesta per quanto, mi rendo conto, meno rivoluzionaria e mediaticamente appetitosa.

Lo so, sono parole, ma da queste parti nelle parole si crede parecchio, lo dichiariamo sin dal nome del blog. Vediamole dunque al’opera, queste parole, ne scrivevo già tempo fa e credo ne scriverò ancora:

Classe 1992, genovese. Affascinato dalla politica, su LoT provo a raccontarla in tutte le sue sfumature. Cose di oggi, di ieri, parole e idee che danno forma al modo in cui vediamo il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *